Ortodonzia del Bambino

Una prima visita ortodontica è consigliabile intorno ai 4 anni.

Una visita precoce consente allo specialista di intercettare alcune malocclusioni o squilibri scheletrici (palato stretto, mandibola troppo sviluppata, chiusura non corretta delle arcate), che se diagnosticati e modulati in tempo, possono evitare cure più lunghe o interventi futuri di chirurgia maxillo facciale.

Verranno inoltre diagnosticati eventuali problemi di igiene, carie, asimmetrie e abitudini viziate (succhiamento del dito e/o del labbro inferiore – deglutizione atipica – onicofagia).

I trattamenti in età evolutiva possono richiedere trattamenti di:

ORTODONZIA INTERCETTIVA

ORTODONZIA FUNZIONALE

Ortodonzia dell’Adulto

Il paziente adulto verrà esaminato nella sua totalità per valutare non solo eventuali squilibri occlusali, ma anche patologie legate all’ Articolazione Temporo – Mandibolare (cefalee tensive – rumori articolari – deviazioni del tragitto di apertura e chiusura) e per esaminare nel suo complesso l’armonia dei tessuti molli del volto.

L’ortodonzia dell’adulto può essere trattata con:

ORTODONZIA FISSA VESTIBOLARE   (attacchi sulla parte esterna del dente)

ORTODONZIA FISSA LINGUALE   (attacchi sulla parte interna del dente)

MASCHERINE TRASPARENTI   (Invisalign – Orthocaps – Arc Angel).

Nei casi di Disfunzioni Temporo Mandibolari il piano terapeutico prevede :

BYTE DI SVINCOLO o PLACCHE DI RIPOSIZIONAMENTO.

Nello studio della dott. CARDONE vengono trattati anche:

DISTURBI DEL SONNO – O.S.A.S. (Obstructive Sleep Apnea Syndrome).

Nel caso di Cefalee Primarie o di Cefalee Secondarie di non competenza odontoiatrica, il paziente verrà indirizzato al Prof. Paolo Martelletti, specialista e Direttore del Centro Cefalee dell’Ospedale “Sant’Andrea” – Roma.